®umore

di Flashati Cinefotoclub

 

Ex Locali "DESPAR"

Via Lavinia - Chiusi Centro Storico

Venerdì 25 Aprile - Domenica 27 Aprile 2014

Giovedì 1 Maggio - Domenica 4 Maggio 2014

10,00-13,00 / 15,00-19,00

 

 

Tutto sparisce quando l'obiettivo mette a fuoco. La macchina fotografica rivela segreti che l'occhio, solo, non percepisce; espressioni, nude, suscitate dal ritmo incessante dei sentimenti e dallo scalpitio costante del ®umore. Il soggetto, da solo con la macchina da presa, è libero di poter esternare quello che musica, frequenze e rumori gli trasmettono. Catturare l'attimo in cui il suono traspone in espressione, è l'ambizioso scopo del progetto. Oltre 60 soggetti fotografati, messi a nudo di fronte alla fotocamera e catturati durante le reazioni scaturite dall’ ascolto di un file audio. All’interno della traccia si susseguono rumori, registrazioni e suoni diversi: dalla musica classica al metal, dal pianto di un bambino fino all’audio di una scena di sesso, da discorsi politici a rumori catturati in natura. Un viso non è più un viso, ma un espressione. Un racconto. Un progetto fatto di oltre 4000 scatti e quasi 80 soggetti fotografati che scaturisce in una esposizione in cui lo spettatore di fronte alla serie di fotografie ascolta la singola traccia, osserva le immagini e diventa anch’ esso espressione, Diventa ®umore.  

 

 

 

 

Flashati Cinefotoclub

Lo scopo del club è quello di promuovere materiale cinefotografico tecnicamente tendente al mediocre e al banale, dovuta alla appurata inesperienza in quasi i tutti i campi della fotografia digitale e analogica e alla particolare non predisposizione all’acquisizione di nozioni a riguardo.

Luci e ombre particolarmente fastidiose, saturazioni infelici, bianchi e neri squallidi, scelte tecniche quantomai discutibili, attrezzature ridicole e penalizzanti e soggetti fastidiosamente poco originali caratterizzano l’operato di questi otto pivelli nati e cresciuti tra la fine degli anni 70 e oggi nella tranquilla cittadina di Chiusi, nel Senese.

Nonostante il più delle volte la dimenticanza del tappo dell’obbiettivo renda gli scatti inaspettatamente superiori agli standard “Flashati”, l’imprecisione con cui viene curata l’inquadratura, lascia presagire che questi ragazzi non raggiungeranno mai un livello semi-professionale e lascia fiorente il dubbio che anche l’esecuzione di una banale fototessera sia per loro un traguardo lontano e quantomai insperato.

Il Club fa parte della sezione scientifico-letteraria (ramo arti figurative) della venerata e prestigiosa “Accademia dei Filaleti della Città di Chiusi”, evidentemente anche le istituzioni più importanti debbono prima o poi fare i conti con i ciarlatani….

 

Avvertenze e controindicazioni emozionali:

Qualora questa descrizione abbia anche solo stuzzicato in voi una una piu recondita sensazione, potete ritenervi pronti per far parte dei Flashati, in caso contrario ingnorateci e lasciate che i vostri occhi si delizino con le prelibatezze tecniche di un qualsiasi fotografo professionista…