Carne da macello

di allievi Tao Photo


Chiusi Centro Storico (SI)

2-3-4-5 Giugno 2016 

 Esiste un luogo a Chiusi, in piena Val di Chiana, che veniva chiamato dalla gente del posto "frigo macelli".

Questo rappresentava fino a qualche anno fa il Centro Macellazione Carni per l'Italia centrale. Generazioni di operai scrivevano ogni giorno la storia di questo luogo.

110mila metri quadri ormai in completo stato di abbandono.

Nato negli anni 60 l’impianto non è mai decollato appieno; commissariato per un lungo periodo ha chiuso definitivamente una decina di anni dopo.

Nel 2016 inizia il definitivo smantellamento dell’imponente complesso e nello stesso anno Diaframmi Chiusi decide di presentare il lavoro fatto un anno prima dagli allievi di TAO PHOTO con Marco Salvadori e Simone Tramonte e metterlo in mostra. Lo scopo del progetto è quello dare luce a quei ricordi che l’impressionante guscio vuoto della fabbrica serba quiescenti.

 

Oggi nulla rimane di quel fervore produttivo: la fabbrica è vuota, la produzione cessata per sempre. Gli operai recano in sé la memoria di quel periodo e guardano al futuro con l’incertezza di chi deteneva un sapere, un lavoro, una vocazione industriale e oggi deve affrontare una crisi che non è solo economica ma anche valoriale, sociale.

 

Dipendenza economica, dipendenza affettiva, dipendenza da quei valori che ci qualificano come appartenenti ad un gruppo sociale. Questo è solo una parte delle dipendenze che la chiusura del centro di macellazione carni della val di Chiana ha messo tragicamente in evidenza.

 

Gli ex operai  tornano in fabbrica dopo anni. Una riflessione sull’identità, sul lavoro, sulla memoria.

 


 

Questo progetto è il risultato del workshop fotografico tenuto nell'edizione 2015 da Marco Salvadori e Simone Tramonte con gli allievi di TAO PHOTO.

 

Andrijana Mikecin

Angela Sanzone

Anna Rita Barbarossa

Emanuela Marchitti

Fabiano Meli

Francesca Quattrone

Ilaria Checchelani

Lilia Chini

Maria De Sanctis

Monica Del Duca

Paola Pecci

Roberto Palombarani

Sauro Sisti

Valentina Taddeo

 

 

 

MARCO SALVADORI

TAO PHOTO

www.marcosalvadori.eu

 

Fotografo professionista, svolge la sua attività di fotografo e insegnante prevalentemente a Roma.

Associato a “Officine Fotografiche Roma” da oltre 12 anni, ha affiancato ai corsi di fotografia anche studi universitari. Come fotografo documentarista ha realizzato alcuni servizi di particolare interesse sociale e antropologico – Palermo (2009), Santiago de Compostela (2010) – Lampedusa (2012). Insegnante di fotografia dal 2012 presso diverse strutture romane e cofondatore nel 2013 di “Wsp Clandestino”, un gruppo di fotografia con il quale ho realizzato diversi lavori in Italia e all’estero.

 

SIMONE TRAMONTE

TAO PHOTO

www.simonetramonte.it

 

Fotoreporter freelance, con sede a Roma. Ha iniziato gli studi fotografici con attenzione particolare alle questioni sociali e antropologiche. Impegnato in fotografia documentaristica dal 2007, il suo lavoro si è focalizzato a documentare

problemi contemporanei e profondi cambiamenti culturali. I suoi lavori sono stati esposti a Roma, a Fotoleggendo Festival 2012, e a Basilea, a

ArtBasel 2011. In questo periodo di tempo ha portato avanti progetti personali in Italia e all’estero ricevendo riconoscimenti come vincitore del "UBS Art Collection 2011", finalista all "Artèfoto Festival Internazionale di Fotogiornalismo 2011", vincitore del concorso "Geo 2013", finalista al "Sony World Photography Awards 2013", finalista a “Athens Photo Festival 2015”, Silver Medal nella categoria Press Nature/Environmental e quattro honorable mentions al PX3 – Prix De La Photographie Paris 2015, quattro honorable mentions al IPA - International Photography Awards 2015,

Finalista al “LuganoPhotoDays” 2015, secondo posto nella categoria "People/Culture” e cinque honorable mentions al MIFA - Moscow International Foto Awards 2015. Le sue foto sono apparse in alcune pubblicazioni, tra cui Internazionale, National Geographic, Geo, Southeast Asia Globe, Indipendent, Sguardi, The Australian, The Guardian, The Telegraph, CameraRaw, TheTripMagazine.